logo


Home Associazione Presentazione
Presentazione PDF Stampa E-mail
Lunedì 19 Gennaio 2009 12:50

Il Gruppo Speleologico Centro Studi Ipogei Specus, è stato fondato a Cagliari il 10/06/1993 e per statuto promuove i seguenti obiettivi:

a) tutela del patrimonio ambientale con specifico riferimento agli ambienti ipogei;

b) organizzazione di corsi di introduzione alla speleologia e sicurezza in grotta, corsi di speleologia urbana, corsi di canyoning e discipline sportive similari;

c) studi e ricerche speleo/archeologiche ed ambientali e relative pubblicazioni;

d) partecipazione ad attività ed eventi culturali, compreso il settore del turismo sociale;

e) gestione ed organizzazione di visite guidate in siti di rilevanza speleo/archeologico.

- Il Gruppo Speleologico C.S.I. Specus è legalmente riconosciuto dalla Federazione Speleologica Sarda (F.S.S.) ed è iscritto dal 27/07/94 alla Società Speleologica Italiana (S.S.I.).

- Dalla sua fondazione svolge due corsi ogni anno: uno di speleologia in cavità artificiali e l’altro di speleologia carsica con lezioni teorico - pratiche effettuate da istruttori qualificati di tecnica speleologica.

- Tra i compiti che questo gruppo svolge regolarmente è inserito il rilievo e censimento delle grotte della Sardegna. I risultati di tali lavori vengono periodicamente consegnati alla Federazione Speleologica Sarda, che coordina il Catasto Regionale delle grotte della Sardegna in base alla legge regionale n°46 art.10 del 21/09/1993.

 

- Tra le prime iniziative promosse da questo Gruppo Speleologico si segnala un convegno, organizzato a Cagliari il 18/06/1994, dal titolo “Problemi e aspetti dell’area archeologica di Tuvixeddu”.

- Dal giugno del 1997 il Gruppo Speleologico è inserito nella Consulta delle Associazioni Culturali del Comune di Cagliari.

- Il Gruppo Speleologico SPECUS collabora, fin dalla prima edizione del maggio 1997, alla realizzazione della manifestazione culturale “Cagliari Monumenti Aperti”, in qualità di componente dell’apposito Comitato Tecnico Scientifico istituito dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Cagliari. Durante lo svolgimento delle varie edizioni, il gruppo ha curato l’organizzazione delle visite guidate nell’area archeologica dell’Orto dei Cappuccini, nell’area archeologica dell’Anfiteatro romano e presso la cavità di via Vittorio Veneto. Dalla settima edizione (3/4 Maggio 2003) il gruppo cura le visite guidate presso la galleria rifugio di Via Don Bosco. Inoltre sempre nella galleria di via Don Bosco, in occasione della ricorrenza dei 60 anni dei tragici bombardamenti del 1943, il gruppo ha curato l’organizzazione di una manifestazione in ricordo di tale evento.

- Il Gruppo Speleologico ha collaborato alla manifestazione della “XIII Settimana dei Beni Culturali e Ambientali” (28 marzo – 5 aprile 1998), organizzata dalla Sovraintendenza ai B.A.A.A.S. per le province di Cagliari e Oristano. La Sovraintendenza a margine della manifestazione ha pubblicato un volume dal titolo “Cagliari: itinerari urbani tra archeologia e arte” all’interno del quale il Gruppo Speleologico viene segnalato tra le associazione partecipanti alla manifestazione.

- E’ attivo all’interno dell’associazione Specus un gruppo di ricerca e di studio delle cavità artificiali presenti nel sottosuolo cagliaritano. Il gruppo, oltre al rilievo e censimento delle cavità, si occupa del monitoraggio delle grotte con consistenti masse d’acqua presenti nel sottosuolo di Cagliari. In passato si è collaborato con l’Istituto Tecnico per le Attività Sociali “G. Deledda” ad un progetto pluriennale di campionamento delle acque del sottosuolo per analisi chimiche e microbiologiche, i cui dati sono stati periodicamente trasmessi e confrontati con quelli dell’Assessorato ai Servizi Tecnologici del Comune di Cagliari. Nell’ambito di questa ricerca l’associazione nel 1999 ha anche realizzato una pubblicazione dal titolo “Il pozzo di San Pancrazio a Cagliari”, dove vengono illustrati i risultati delle ricerche speleologiche storiche ed archeologiche, condotte dalla associazione, sull’antico pozzo di Piazza Indipendenza.

 

- Il 10 Giugno 2000 è stato organizzato a cura del Gruppo Speleologico un convegno scientifico dal titolo: “Biospeleologia dei sistemi carsici della Sardegna”. Il Convegno di Biospeleologia presieduto dal Dott. Giuseppe Piras (Geologo, Università di Cagliari) ha visto la partecipazione dei seguenti relatori:

- Achille Casale (Università di Sassari) "Biospeleologia e fauna cavernicola";

- Giuseppe Graffiti (Gruppo Speleo Sassarese) "Osservazioni sulla fauna cavernicola della Sardegna";

- Antonio Secci (WWF Sardegna) "Status e distribuzione delle quattro specie di Geotritone in Sardegna";

- Mauro Muccedda (Gruppo Speleo Sassarese) "Pipistrelli troglofili della Sardegna";

- Salvatore Inguscio (Gruppo Speleologico MARTINESE - Martina Franca (TA)) "Caratteristiche della fauna ipogea pugliese";

- Antonio Fruttu (I.T.A.S. "G. Deledda", Cagliari) "Indagini chimiche e microbiologiche sulle acque del sottosuolo cagliaritano";

- Arcadio Antonacci (Gruppo Speleologico NEREDINO Nardò (LE)) "Presentazione del video sulla biospeleologia: In Aqua Vitae".

- Nel mese di Luglio 2001, sono stati pubblicati gli atti del convegno di Biospeleologia.

 

- A partire dal Novembre 2000, è stato affidato al C.S.I. Specus, da parte dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Cagliari, il servizio di visite guidate presso l’Anfiteatro romano, negli ipogei della Galleria rifugio di via Don Bosco e della Cavità di via Vittorio Veneto e dell’area archeologica dell’Orto dei Cappuccini. Durante tale gestione è stata realizzata una mostra storico – iconografica sulla storia dell’Anfiteatro dal titolo: “L’Anfiteatro romano di Cagliari – Guida alla visita”.

- Il gruppo, in rappresentanza del Comune di Cagliari, ha partecipato alla V edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico, svoltasi a Paestum (provincia di Salerno) dal 7 al 10 Novembre 2002.

- Dal Dicembre del 2002 il gruppo risulta iscritto all’Albo comunale degli operatori della cultura e dello spettacolo nel settore Speleo-archeologico istituito dal Comune di Cagliari.

- Per conto della Provincia di Cagliari sono state realizzate, a cura di questo Gruppo speleologico, le immagini ed i testi utilizzati per la pubblicazione del calendario per l’anno 2003.

- Nell’estate del 2005 Il C.S.I. Specus ha partecipato alla manifestazione “Puliamo il buio”, manifestazione nazionale della Lega Ambiente, organizzata in collaborazione con la Società Speleologica Italiana, per la raccolta di rifiuti speciali presenti nella grotta “Sa Fossa Pimpini” in Comune di Santadi.

- Il C.S.I. Specus ha collaborato con l’Archeologo Mauro Dadea autore della pubblicazione “L’Anfiteatro romano di Cagliari” edito, nel Maggio del 2006, dalla casa editrice “Carlo Delfino Editore.

- Nel 2007 il C.S.I. Specus ha collaborato con Luca Pinna (Presidente Regionale WWF) alle riprese video per la realizzazione di un DVD sulla storia del paese di Morgongiori.

- Nel Marzo del 2007 il C.S.I. Specus ha collaborato alla trasmissione televisiva “Sereno Variabile” di Osvaldo Bevilacqua, per la registrazione di un servizio sulle principali cavità artificiali presenti a Cagliari. Il programma è stato trasmesso in data 30 Marzo 2007 sul canale televisivo di Rai 2.

- Il C.S.I. Specus ha partecipato, in data 03/06/2007, presso il paese di Mandas, ad un evento organizzato dal WWF Sardegna dal titolo “Trenino verde della Biodiversità”. All’interno di tale manifestazione Il gruppo ha allestito un proprio stand informativo sui temi legati alla conservazione e valorizzazione degli ambienti carsici della Sardegna.

- A partire dal mese di Aprile 2009 soni stati assegnati a questo gruppo speleologico i lavori per la mappatura delle cavità sotterranee e studio delle eventuali situazioni di rischio presenti nel territorio comunale di Cagliari (Det. n. 1021 del 02/03/2009 Comune di Cagliari – Area Gestione del Territorio).

 

- Si segnalano inoltre alcuni articoli, riguardanti il C.S.I. Specus, ed apparsi sulla stampa locale e nazionale:

“Scoperta la grotta dei martiri?” - L’Unione Sarda 07/11/1997;

“Nell’orto di Ianuaris” - L’Unione Sarda 08/11/1997;

“L’orto diventa parco” - L’Unione Sarda 12/11/1997;

“Orto dei Cappuccini - una folla di curiosi per i graffiti scoperti nella grotta” - L’Unione Sarda 17/12/1997;

“Alle radici della fede - forse di un vescovo i graffiti sulle pareti” - L’Unione Sarda 10/01/1998;

“Orto dei Cappuccini, quasi un miracolo” - L’Unione Sarda 19/01/1998;

“Scoperto a Cagliari un graffito paleocristiano” - Almanacco di Cagliari 1998;

“Graffiti nell’Orto dei Cappuccini” - Voce serafica della Sardegna (nov. dic.1997);

“C’è una città sotto la città” – Magica Sardegna speciale Bell’Italia num. 38 maggio 2007;

“Un tempio nuragico nel cuore del monte” - L’Unione Sarda 02/09/2007.

 

- Il Gruppo Speleologico Centro Studi Ipogei Specus, ha sede legale a Quartu,in via De Gasperi n 21, il C.S.I. Specus è una libera Associazione di fatto, apartitica e apolitica, con durata illimitata nel tempo e senza scopo di lucro, regolata a norma del Libro I - Titolo II - Capo III, art. 36 e segg. del codice civile. Il numero di codice fiscale attribuito a questa Associazione, in data 18/01/1995, come risulta dall’anagrafe tributaria del Ministero delle Finanze, è il seguente: 92052740922; Natura Giuridica assegnata: Organizzazione Associativa n.c.a. (codice 13), Codice ISTAT: 91330.

 

Ultimo aggiornamento Martedì 10 Agosto 2010 15:05
 


Copyright © 2020 Centro Studi Ipogei SPECUS. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.