logo


Home Attività Torrentismo Uscita alla Donini
Uscita alla Donini Stampa E-mail
Scritto da CRICILLA   
Giovedì 02 Luglio 2009 13:51

21 GIUGNO 2009, LA DONINI

Era una notte buia e tempestosa…

E gli eroi SPECUS, dopo ore d’attesa per una cena da favola da tziu Mulas, finalmente si avviano verso l’agognata meta…nannaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!

Arrivati al campo vengono accolti da una bufera, montano le tende quasi trasportarti dal forte vento e poi con promesse varie di sveglia alle 8.30 del mattino ( J soliti tempi Specus) vanno tutti a cuccia.

L’indomani però la stanchezza gioca vittoriosa e non ci si alza prima delle nove, accolti da un leggerissimo frescolino ( pitticcu su friusu!).

Con i soliti prolungati tempi si fa colazione e si smonta tutto con mooooooooooolta calma e poi via verso l’avventura Donini.

Antonio, Cristiana, Paolo M, Pietro, Marinella, Luciano, Giuliano e Carlo si avviano per i sentieri del Supramonte di Urzulei ansiosi di tuffarsi (proprio tuffarsi J) nella grande avventura.

Ed ecco che si entra…ambienti piccoli all’inizio, piccole pozzette e già ci si accorge che il livello dell’acqua è un po’ bassino…ma poi poco più avanti la grotta si apre in tutto il suo spettacolo, meravigliosa e imponente in spazi e colori, il candore e la lucidità del calcare quasi abbagliano nel buio delle sale, riflettendo la luce degli elettrici quasi fossero degli specchi giganteschi.

E man mano che si va avanti tutto diventa sempre più bello, sempre più grande e sempre più acquatico (che bello nuotare nell’acqua gggelida L).

Tra un salto e l’altro, una piccola disavventura e l’altra, tipo Cristiana che urla in fase di “salto in corda” .

Dopo una sonora botta in testa per farla smettere di frastimmmmare in 400 lingue, ecco che le si spiega come fare la chiave, e più rilassata scioglie i 10000 nodi della corda doppia!!!!!(della serie “a Cristà è a controllare quando armi e tiri giù la corda, porc@#@, è a filarla bene pure az@##@” J).

Si va avanti con tanto divertimento, incantati dalla purezza dell’acqua e dalla bellezza del posto, ci si prodiga in tuffi da maestro, in foto “artistiche” e giusto per non farsi mancare niente, un saziante banchetto inter grotta, contornato di balletti, pacche riscaldanti….e denti battenti.

E si arriva così al meglio de er meglio: il salto di su cunnu ‘e’ seba, 51 metri (la corda mai mente) di emozioni alla piena luce del sole (e si fa per dire quando fuori piove J) dopo il percorso nel buio profondo.

Grande spettacolo regala la grotta poco prima dell’uscita, gli ambienti si aprono imponenti, e dalle bianche pareti sino a su, la volta è talmente alta da sembrare il cielo di una notte senza luna…arrivi alle ultime pozze, e dall’uscita fossile la luce che lotta contro il nero dell’interno, rivela un’acqua pura e cristallina di un verde intenso, da incanto!

I nostri eroi lentamente e con una sensazione dentro di benessere e soddisfazione, abbandonano quel luogo magico, strafelici di aver vissuto una giornata così.

Si attende un po’ che tutti arrivino giù, si spera in qualche raggetto di sole per riscaldarsi, ma nulla di nulla( tanto poi ci pensa la piccola salita del rientro a ristabilire le temperature interne).

Arrivati ai parcheggi, tutti avvertono un certo languorino, qualcuno urla “è l’ora della pappa”, e partono in azione gli specussini con i loro mitici banchetti.

Si rientra molto tardi ma con dentro la bella sensazione di aver passato una giornata fenomenaleeeeeeeeeee!

W lo SPECUS

Cricilla

Commenti
Cerca
admin  - ecco l'indegno admin   |2009-07-06
Cara Cricilla perdonami, mi sono fidata del Tutanpoalo che mi ha detto che questo racconto era già stato pubblicato. Invece no! Ahaaaaaaaa ecco admin (come mi hai chiamato tu) intervenire con il capo cosparso di cenere.

Perdonami ma ora buona lettura a tutti

Marina
antonio   |2009-07-06
Bell'articolo Cri!
anche con meno acqua del previsto la Donini è sempre bella. la prossima volta facciamo anche l'uscita fossile
Tutanpaolo   |2009-07-07
Oooooh admin! A me risultava pubblicato!!! Boooo!
Comunque, finalmente qualcuno si è dato una mossa vedo, e con un racconto divertente e ben fatto!
Peccato, ci sarei voluto essere anche io alla Donini, ma la mia
caviglia non era favorevole!
Forza Specus, fai sentire la tua voce!
crici   |2009-07-07
tra parentesi, manca un pezzetto del racconto , quello in cui frastimmmmmmo perchè sono già appesa in corda e scoperto che a metà discesa c'è un groviglio di nodi, urlo come un ossessa " ma
@###@@##, non mi ricordo come si fa la chiave sull'8"!
Meno male che mi son calmata e ho ascoltato gli altri che urlavano da su le istruzioni Cesss che esperienza, però che bello capire che
possiamo sempre e comunque farcela, basta usare la testa e non farsi prendere dal panico!!!!!i nuovo W LO SPECUSSSSS
Solo gli utenti registrati possono inviare commenti!

3.26 Copyright (C) 2008 Compojoom.com / Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

Ultimo aggiornamento Lunedì 06 Luglio 2009 16:52
 


Copyright © 2020 Centro Studi Ipogei SPECUS. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.